Tra le tante esigenze delle imprese, un posto del tutto particolare spetta a quelle assicurative. Una sorta di nervo scoperto per molte aziende, le quali da sempre devono accontentarsi di prodotti che sono magari stati pensati per altri scopi. Dovendosi inoltre sobbarcare costi superflui e una serie di complicazioni burocratiche estremamente fastidiose.

A cercare di sanare la situazione è arrivata Lokky (sito ufficiale), una azienda assicurativa la quale opera esclusivamente sul web e che proprio da questa caratteristica trae la sua forza. Andiamo dunque a vedere più da vicino di cosa si tratti e quali siano i vantaggi che può garantire alle aziende.

Cos’è Lokky

Lokky è stata fondata nel 2018 su impulso di Paolo Tanfoglio (attuale CEO) e Sauro Mostarda (Executive Director). L’azienda rappresenta in pratica il primo attore del settore assicurativo tricolore che va a focalizzarsi sul settore delle piccole e medie imprese, dei professionisti e dei freelancer con una proposta interamente giocata su innovazione e personalizzazione.

Si tratta di una startup insurtech la quale si propone di offrire alla propria clientela un prodotto non standardizzato, bensì disegnato proprio sulla base delle caratteristiche del richiedente. Opera sul mercato assicurativo grazie all’accettazione della sua iscrizione nell’albo dei broker del Registro Unico Intermediari e tra i suoi partner vanno ricordati Aviva Assicurazioni, Sara Assicurazioni e Tokio Marine Insurance Group.

Quali sono i prodotti offerti

Il catalogo di prodotti offerti da Lokky (sito ufficiale) comprende coperture per Infortunio (invalidità permanente/morte; diaria da ricovero), Inabilità Temporanea (diaria da ricovero), Malattia, RC terzi, RC postuma, RC Collaboratori, Responsabilità Professionale, Danni Fabbricato (incendio, fenomeni elettrici, perdite d’acqua, atti vandalici e dolosi), Danni condutture, Danni merci (incluso valori, preziosi, denaro e attrezzature e macchinari), Furto, Assistenza e Tutela legale.

Il catalogo dei prodotti sin qui delineato si fonda sulla conoscenza ottimale delle problematiche e dei rischi connessi ad ogni attività professionale, la quale permette a Lokky (sito ufficiale) di dare vita a soluzioni altamente specifiche. Va peraltro precisato che ai prodotti già disponibili se ne andranno ad affiancare altri nell’immediato futuro, in quanto il catalogo di prodotti è in continuo aggiornamento.

I macrosettori coperti da Lokky

I macrosettori coperti da Lokky, in continuo aumento, sono per ora Artigiani, Professionisti, Freelance, Specialisti e Installatori, Commercianti, Alimentari, Settore Edile, Strutture Ricettive, Attività di servizi, Ristoranti e Bar, Cyber Risk, Catastrofi naturali, Danni al contenuto, e Viaggi. All’interno di esse sono poi previste più di 100 professioni, un numero in continuo aumento. Ad ognuna di esse l’algoritmo proprietario di Lokky (sito ufficiale) va a proporre un’offerta più o meno personalizzata, la quale viene disegnata non soltanto tenendo conto delle peculiarità legate alla professione svolta, ma anche alle specifiche caratteristiche di ogni singolo cliente.

Come iscriversi a Lokky

Il primo passo per poter usufruire del servizio, naturalmente, è la creazione del proprio account. La quale, come è ormai consuetudine nel settore dei servizi tecnologici, è molto semplice e rapida. Basta infatti compilare i campi presenti all’interno del modulo di registrazione (posta elettronica, recapito telefonico, password e sua conferma), per poi dichiarare di aver preso visione dell’informativa privacy sul trattamento dei dati personali e prestare il proprio consenso. A questo punto non resta che cliccare su Registrati per entrare nel mondo di Lokki (sito ufficiale).

Come funziona Lokky

L’Area personale creata prevede la possibilità di entrare nel Profilo, ove è appunto possibile fare la propria richiesta di preventivo. Per avere il quale il sistema prevede una serie di domande tese a capire meglio quali siano le reali esigenze del richiedente e proporgli un prodotto personalizzato e strutturato su di esse.

Il secondo step è quello rappresentato dalla proposta che sulle esigenze prospettate è stata formulata, con tre pacchetti presenti al suo interno:

  1. Start, il quale prevede esclusivamente le garanzie strettamente associate allo svolgimento della propria attività professionale;
  2. Smart, un pacchetto che alle garanzie di base ne va ad associare altre le quali possono rivelarsi utili dal punto di vista della sicurezza, sempre in una logica di contenimento della spesa;
  3. Super, una proposta completa in cui vanno a rientrare tutte le garanzie necessarie per assicurare il massimo di sicurezza al richiedente, ad un costo naturalmente più elevato, ma tale da rappresentare un vero e proprio investimento.

Va però sottolineato come a questi tre pacchetti si possa andare ad aggiungere una ulteriore proposta tesa ad eliminare eventuali punti che non siano stati presi in considerazione neanche dal pacchetto Super. Si tratta di una proposta personalizzata al massimo, la quale può anche prendere in considerazione l’esistenza di una polizza precedente cui devono solo essere aggiunte delle voci mancanti.

Una volta terminato il processo e individuata la polizza, si può passare all’ultimo passo, in cui si dovrà scegliere la modalità di pagamento desiderata e caricare una foto fronte/retro del proprio documento d’identità.

La firma del documento potrà essere effettuata inserendo il codice che sarà inviato tramite sms. Una volta espletata quest’ultima formalità non resta che attendere l’attivazione della polizza che sarà operativa dalle ore 24 dello stesso giorno in cui è stato effettuato il pagamento o di quello indicato in sede contrattuale.

I reclami: come vanno inoltrati?

Nel settore assicurativo è sempre molto avvertita la questione dei reclami. In questo caso essi possono essere di due tipi:

  1. relativi al comportamento dell’ente con cui è stata sottoscritta la polizza, caso in cui i recapiti possono essere ravvisati all’interno dei documenti precontrattuali e contrattuali, oppure nella pagina del sito dedicata ai Partner di Lokky;
  2. riferiti proprio all’attività di Lokky e dei suoi collaboratori. In questo secondo caso il reclamo potrà essere inoltrato utilizzando la Posta Elettronica Certificata (PEC) presso l’indirizzo [email protected], oppure a mezzo posta ordinaria inviando il tutto a Lokky Srl – Ufficio reclami, Via Paleocapa 7, 20121 Milano.

Pro e contro di Lokky

La proposta di Lokky (sito ufficiale) prevede naturalmente alcuni punti di forza, oltre a qualche difetto che potrebbe essere corretto nel futuro, considerata la relativa gioventù dell’azienda.

Tra i primi è intanto da segnalare la notevole rapidità della procedura di iscrizione e la facilità nella precisazione del preventivo. Considerato come per le aziende italiane proprio l’eccessiva burocrazia rappresenti da sempre un peso del tutto indigesto, si tratta di una prima caratteristica di grande rilievo.

Il secondo vantaggio è da ravvisare nella possibilità di dare vita ad una polizza ritagliata alla stregua del classico abito su misura, evitando in tal modo gli sprechi che sono soliti caratterizzare i prodotti troppo standardizzati.

Anche la grande rapidità che distingue la fase decisiva dell’iter procedurale, con l’entrata in vigore della polizza a stretto giro di posta è sicuramente da apprezzare.

Il primo difetto, in via però di superamento, è rappresentato dalla necessità di aumentare le categorie coperte, in modo da riuscire a soddisfare il maggior numero di piccole realtà che necessitano di prodotti assicurativi personalizzati.

Il secondo punto negativo è poi rappresentato dal fatto che le polizze hanno validità annuale prevedendo il tacito rinnovo. Ciò vuol dire che la polizza va a rinnovarsi in automatico nel caso in cui ci si dimentichi di comunicare la volontà di disdirla, con una palese violazione a quel principio di trasparenza il quale è sempre più avvertito come una necessità dai consumatori.

Le alternative a Lokky

Il vero punto di forza di Lokky (sito ufficiale), però, è rappresentato proprio dalla mancanza di alternative sul mercato italiano, almeno a livello di insurtech. Questo dato di fatto permette in pratica all’azienda di lavorare con grande tranquillità per precisare via via la sua proposta, consegnandogli una vera e propria rendita di posizione. Forse lo svantaggio è per la clientela, che potrebbe sensibilmente avvantaggiarsi dallo sbarco di nuove proposte di questo genere in una nicchia per ora sguarnita.

Conclusioni

Lokki rappresenta per ora una vera e propria novità nel settore assicurativo. Si tratta infatti della prima azienda del ramo che punta sullo sfruttamento delle nuove tecnologie, puntando con tutta evidenza a comprimere i costi e quel carico burocratico il quale è avvertito con un fastidio sempre crescente dagli utenti.

A tutto vantaggio di un mondo, quello delle piccole imprese, dei professionisti e dei freelance che necessita di prodotti personalizzati i quali non vengono presi in considerazione nel canale tradizionale. 
Il servizio proposto è naturalmente ai primi passi e presenta ancora qualche pecca che, però, non va ad inficiare la sostanziale validità di quanto fatto sinora e la quale, con ogni probabilità, sarà eliminata con il passare del tempo.